L’edizione 2023 della Sky Marathon non tradisce le attese

Avete presente quando si dice che siamo sempre di corsa? Ormai è quasi ordinaria amministrazione, però se la corsa è in salita, e in alta montagna, allora è solo per gente che davvero ha il fisico. Se poi è da fare in coppia, ancora di più.

Parliamo dell’edizione 2023 della Monte Rosa Sky Marathon (17-18 giugno, Alagna), un evento sportivo che ormai è diventato un classico per la Valsesia ma anche a livello internazionale e, al di là dell’aspetto agonistico, si sta rivelando sempre più un efficace strumento di promozione del territorio.

Per questo Guidi, così radicata nel tessuto sociale valsesiano, ha deciso di rinnovare una sponsorizzazione che già l’anno scorso aveva dato un ottimo ritorno.
Quest’ultimo non è stato solo di immagine, dal momento che i prodotti Guidi – parecchi dei quali utilizzabili anche in ambito civile e non solo nautico – sono stati esposti in un angolo appositamente dedicato.

Le gare

I partecipanti di questa maratona a coppie – chiaramente atleti molto preparati ed esperti – devono coprire una distanza complessiva di 35 km, con un dislivello di 7000 m +/- e compresa una salita unica di 3490 metri.

Partenza da Alagna Valsesia (1192 m) e poi via verso la Bocchetta delle Pisse (2396 m), il rifugio Gnifetti (3647 m), il Colle del Lys (4250 m) fino ai 4555 m della Capanna Margherita per poi ritornare (con comodo…).

La lunghezza del percorso ma anche l’alternanza di salite e discese, in mezzo a sentieri, piste da sci e ghiacciai, rendono la competizione particolarmente dura e selettiva, in uno scenario naturalistico spettacolare che solo questa montagna può offrire.

I partecipanti alla Monte Rosa Sky Marathon 2023 sono stati 167, un numero in crescita rispetto all’edizione 2022 a conferma della popolarità dell’evento, così come i numerosi partecipanti esteri da paesi come Svizzera, Germania, Francia, Inghilterra, Spagna ma anche Polonia, Slovacchia, Romania e Macedonia, ne certificano la dimensione internazionale.

Per la cronaca ha vinto la coppia Pivk-Boffelli, che ha compiuto il percorso nel tempo di 4 ore, 29 minuti e 20 secondi.

La prima coppia femminile è stata quella formata da Elisabetta Negra e Giulia Zanovello, che hanno chiuso al 23esimo posto complessivo in 6 ore, 42 minuti e 33 secondi.

Ma se la maratona era l’evento di punta, il weekend del 17 e 18 giugno ha compreso in realtà anche altre gare, che hanno riempito un palinsesto sportivo molto fitto e vario.

Sabato 17 si è svolta infatti la AMA VK2, gara individuale sulla distanza di 9 km e con un dislivello di 2086 m +, cui hanno preso parte poco meno di 100 corridori: se l’è aggiudicata l’italiano Marcello Ugazio col tempo di 1 h, 41 min e 34 secondi.

Domenica 18 è stata la volta della Monte Rosa Vertical & camminata, competizione sui 5 km con un dislivello di 1150 m+. Qui sono stati oltre 50 gli atleti impegnati, con vittoria per Giuseppe Lora Moretto in 56 min e 2 secondi e Camilla Magliano in 56 minuti e 8 secondi. Da segnalare anche la presenza di un’atleta neozelandese, Kate Morrison!

Di rilievo anche l’evento AMA-bilmente, che prevedeva la partecipazione di sportivi con un arto artificiale.

Questa iniziativa, patrocinata dal Comitato Paralimpico del CONI, è nata per mano di Moreno Pesce, appassionato di montagna, amputato in seguito ad un incidente motociclistico, ideatore del progetto e fondatore del Team3Gambe con la collaborazione degli organizzatori della gara e un gruppo di guide alpine. Gli sportivi amputati in gara erano affiancati da una guida e da un compagno di cordata.

Abbiamo rinnovato con entusiasmo la nostra sponsorizzazione agli eventi AMA perché crediamo che siano di ottimo livello e soprattutto in linea con i nostri obiettivi di sostegno e promozione del territorio in cui operiamo come azienda. Se è vero che il nostro mercato principale è quello della nautica, vogliamo però ribadire che anche il segmento dell’idraulica civile per noi è importante, e occasioni come questa contribuiscono a consolidare la nostra presenza in questo settore. Possiamo fin d’ora dire che proseguiremo nella partnership anche l’anno prossimo, ben felici di farlo, spiega Daniele Guidi, Quality & Sustainability manager di Guidi Srl.

Appuntamento al 2024 quindi, ma prima godiamoci le immagini di questa bellissima edizione!